Archivio tag: società

Cose da seguire in questi giorni

[In maniera un po’ disordinata e in aggiornamento]

Dati e infografiche: Coronavirus (Istituto Superiore di Sanità) |
Lab24 (Il Sole 24 Ore) | Mondo (Johns Hopkins University) | Italia (Protezione Civile) | Casos confirmados de coronavirus en España y en el mundo (El País) | Coronavirus : suivez la propagation de la pandémie en France et dans le monde | COVID-19 Projections | The social distancing of America | Coronavirus – Piersoft’s blog | Analisi Numerica e Statistica Dati Covid-19 | La debacle económica del coronavirus en gráficos | A breath of fresh air | Tracing COVID-19 | Guía de la desescalada: consulte en qué fase está su provincia y cuáles son las actividades permitidas | The Toughest Triage

Altri siti: Scienza in rete | Wittgenstein | Podcast Il Sole 24 Ore

Conferenze: Attiviamo Energie Positive| Rinascita Digitale

Social network: Roberto Burioni | Peter Kruger | Enrico Bucci | Guido Silvestri | Patto Trasversale per la Scienza | Spinoza | Lercio

Altri link: Ecco cosa ci aspetta: droni e tavoli separati al ristorante, così la Cina è ripartita | Intervista a Sara Platto, rimasta a Wuhan | Un dibattito tra esperti sull’epidemia | A deluge of death in northern Italy | The Four Possible Timelines for Life Returning to Normal| Moins de bruit, plus de télé, pas d’avions ou presque : la « France à l’arrêt » en douze graphiques | L’OTTIMISMO CHE VIENE DALLA CONOSCENZA | The toll on travel | Italy’s Virus Shutdown Came Too Late. What Happens Now? | Perché non stiamo facendo più tamponi? | Il mondo dopo il virus | Il coronavirus ha schiantato la moda | La scelta tra salvare vite e salvare l’economia | La strategia dell’Islanda sta funzionando? | “So far, no transmission of the virus in supermarkets, restaurants or hairdressers has been proved.” | Cosa ci aspetta | La pandemia cambierà il modo di fare la spesa? | Quando gli animali selvatici entrano in città | Appiattire la curva, ovvero l’importanza di essere chiari | The Risks – Know Them – Avoid Them | Life after lockdowns | Origine ed evoluzione delle epidemie: lezioni dalla Storia

Video: Simulare un’epidemia | Messages From Quarantine | Primo soccorso. Storie dall’ospedale di Lodi e Codogno | COVID-19: Inside A Hospital Preparing For Italy To Reopen | TIME

Una stagione irripetibile

Ora siamo nel 2019-2020, o ’19-’20. L’anno prossimo saremo nel 2020-2021, o ’20-’21, e dunque la stagione coinciderà con l’anno: 202120/21.

La prossima volta risuccederà nel 2122. Prima era già successo nel 1920, ma allora c’erano meno pubblicitari, quindi staremo a vedere.

Why, FICO?

Anche FICO è cascato nella trappola del patrimonio artistico mondiale, parametro molto difficile da misurare ma che di certo mai e poi mai può prevedere che in Italia ce ne sia più della metà che nel resto del mondo.

Anche sulla biodiversità avrei qualcosa da ridire: possibile che stati molto più grandi che insistono sulle stesse latitudini non abbiano quantomeno la stessa varietà?

Milionismo alla francese

Sulla questione del milionismo alle manifestazioni faccio notare come in Francia i numeri dei partecipanti non siano stati sequestrati da media e organizzatori.

La “questura” (in questo caso il Ministero dell’interno) può continuare credibilmente a fornirli. Non solo, sembra che lo faccia con un’accuratezza francamente anche un po’ esagerata.

Perse la kappa

Ci sono tante storie interessanti attorno ai cimiteri (uno potrebbe dire anche “sotto”). Qui siamo di fronte a un caso di emigrazione, e si deve ricorrere a un trucco ingegnoso per procurarsi una “k”, che evidentemente nel set di lettere standard dell’epoca non c’era.

La linea della panna

A Milano, posto ampiamente sopra la linea della panna – una più o meno retta che va da Orbetello a San Benedetto del Tronto – c’è almeno una gelateria che la offre gratis. Notare che hanno dovuto specificare “in abbinamento a cono”, muovendosi a queste latitudini ampiamente in territorio nemico.

Non solo, si parla di gusti e non di palline, con regole non rigorose sul loro numero.

La gelateria si chiama Wally e si trova a piazzale Lavater, in zona Porta Venezia.

Ricordarsi del latte

Un cliché cinematografico interessante e divertente è quando uno va in cucina per prendere il latte, prova a versarlo ma scopre in quel momento che il cartone è vuoto. In realtà il cartone del latte vuoto è leggerissimo, e uno dovrebbe accorgersene appena lo solleva. C’è da dire che è anche abbastanza raro che si lasci un cartone vuoto di latte in giro.