Ritornare

Eccomi di nuovo qui sull’autobus che va da dove si firmano i contratti alle residenze, momento che si pone più o meno a metà nel vari riti dell’arrivo, forse anche troppo vicini rispetto all’ultima volta.

Questa volta, per cambiare, si va negli hotel (cioè nei negozi degli). Grande errore. Ora dico così, poi alla fine dirò che mi sono piaciuti gli hotel. Come funziona? Me l’ero chiesto prima di andare, e in effetti succede che non c’è un guardaroba, e neanche una mensa. Si è autorizzati a prendere cinque camicie e tre pantaloni, che si possono portare a casa.

Oltre a questo, si è molto soli. Si è soli nel negozio, e questo ha anche un suo fascino di responsabilizzazione e sentirsi il padrone di casa, se solo però entrasse qualcuno in questa casa. Diciamo che i ritmi sono più blandi, per 100 persone che entrano nel negozio del parco qui ne entrano 10. Ed è tutto più sfumato rispetto all’organizzazione ferrea del parco. Alcune procedure sono chiaramente le stesse, e anzi si devono fare più cose burocratiche perché si è da soli, ma ad esempio non c’è il badge, e anche l’organizzazione interna degli orari è più leggera (anche perché si è da soli).

Però, la cosa principale è che si è fuori dal parco, e questo si avverte abbastanza, troppo per me. Ad esempio il negozio dell’hotel di ieri dava esattamente di fronte a un maxi-schermo. Ho visto molto rugby francese. Sempre di fronte a te ci sono delle persone che magari bevono anche degli alcolici, per andare nell’hotel ti accompagnano in macchina, arrivando in un parcheggio con molte altre macchine, e la musica in filodiffusione è quella che passa nelle radio eccetera. Insomma, è tutto troppo “reale”, non c’è poi davvero un backstage e quindi nessun salto dentro/fuori tra i due mondi, anche perché di fatto resti con i vestiti di là.

Per il futuro c’è una mezza idea di fare più foto, o addirittura dei video (in questi casi bisogna dire la parola “progetto”), anche perché quello che c’era da dire ormai era più o meno stato detto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *