It’s a small world

[singlepic id=80 w=240 h=180 float=left]Altra giornata più di formazione che lavorativa. Quindi, più stancante.

Sono però arrivato quasi ai confini del “fuori”, e confermo che concettualmente è abbastanza un’altra città, o meglio è la zona industriale della città, anche per architettura. Solo, in questa zona industriale non si può andare, come detto varie volte. Sembrava che dalle linee di autobus ci fossero distanze infinite, invece in fin dei conti non è poi così irragiungibile.

La domanda più ricorrente tra cast member è “dove lavori?”. Questo perché si sa inconsciamente che per incontrarsi conviene farlo dentro, più che sperare di trovarsi fuori, quando tra orari diversi e cose varie ci si disperde un po’. L’Auchan di Val d’Europe è comunque un notevole punto di re-incontro.

Alcuni sono venuti a lavorare senza essere mai stati prima nel parco. E questa mi sembra una cosa notevolissima, che richiederà più di una riflessione, anche se non so bene quale. Il loro primo ingresso è stato da dietro le quinte comunque. Molti poi sanno poco, o pochissimo, delle attrazioni. Qualcuno dice anche “giostre”, e viene pesantemente redarguito (da me).

Metti cento venti-trentenni in delle case, e cosa ottieni? Feste. Passeggiando in vari orari mi è sembrato però che queste casette siano molto tranquille. Ora, o non lo so io dove sono queste feste, o magari non mi invitano, o forse noi “nuovi” non ci siamo ancora abbastanza consolidati e organizzati. Potrei farmi introdurre da Coinquilino, ma sono due giorni che non si vede.

Essendo domenica e bel tempo parchi pienissimi, molto meno godibili perché per qualsiasi cosa ci vuole più tempo, anche per andare da una parte all’altra tra mocciosetti™ scatenati.

Attrazioni fatte: Toy Story Parachute Drop; Rock ‘n’ Roller Coaster, con Sweet Emotion.

[singlepic id=84 w=240 h=180 float=right]La chicca del giorno: nel 2012, o giù di lì, aprirà l’attrazione di Ratatuille negli Studios, dark ride con una tecnologia simile aquella di Winnie the Pooh di Tokyo Disneyland. Le panchine sono già pronte.

[nggallery id=5]

2 pensieri su “It’s a small world

  1. Drea

    Ratatuille nel 2012 ormai sembra impossibile che aprirà, si parla di fine 2013 se le banche si decidono a sbloccare i finanziamenti per partire. Strano che tra i CM giri ancora questa voce…
    Comunque complimenti per il blog e per la tua esperienza, goditela pienamente! 😉

    Replica
    1. alfb Autore articolo

      No, non gira, è che avevo letto un paio di articoli recenti che mettevano ancora in dubbio la cosa per il 2012. A molti cast member andrebbe piuttosto detto anche cos’è Big Thunder Mountain o Space Mountain, ma forse perché frequento più che altro i nuovi.

      Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *